sponsor

5 dicembre 2009

Aggiornamenti Microsoft di dicembre e i misteri delle schermate nere

Questo mese gli aggiornamenti annunciati da Microsoft per martedì 8 dicembre sono 6 inerenti a 12 vulnerabilità.

Tre bollettini sono ritenuti critici e relativi a Windows, Office ed Internet Explorer; gli altri tre bollettini sono ritenuti importanti e riguardano Windows ed Office.

Già alla fine del mese scorso Microsoft indagava su una vulnerabilità di I.E., dove il rischio consisteva nell'esecuzione di codice da remoto che potrebbe essere utilizzato per prendere il controllo dei computer.

Maggiori informazioni sul bollettino si trovano sul sito alla voce Bollettini di sicurezza (in inglese).

Ma proprio i precedenti aggiornamenti sono stati oggetto di molti articoli su cui al momento vi è ancora poca chiarezza, la società Prevx, azienda che si occupa di sicurezza informatica, segnalava che dopo aver installato gli aggiornamenti Microsoft ci si trovava da vanti ad una bella schermata nera, la causa era da imputare all'aggiornamento pubblicato da Microsoft il 10 novembre.

Microsoft si è subito messa al lavoro per accertarsi della segnalazione, constatando che l'aggiornamento non causava nessun crash; a questo punto la società Prevx, confermando l'inesattezza della notizia, pubblicava sul suo blog le scuse sia alla Società Redmond ed agli utenti.

«Ci scusiamo con Microsoft per qualsiasi inconveniente causato da questo blog. Si è trattato di un problema complesso da identificare»



In ultima analisi, Microsoft ipotizza che potrebbe trattarsi di un virus, per l'esattezza un trojan della famiglia Daonol che ha sintomi simili a quelli descritti.

In conclusione, non è certo cosa causi questi crash dei sistemi operativi Windows, purtroppo è un problema che sporadicamente si presenta, quale che sia la causa.

Se volete restare aggiornati al mio blog, abbonatevi a questo feed.

Leggi le altre notizie di Infotecnonews.

2 commenti:

Giorgio Borelli ha detto...

Ciao,
se Microsoft lavora per scoprire l'entità dei crash, perchè la PrevX che aveva fatto la segnalazione si è poi scusata?

dany ha detto...

Ciao,
come ho riportato sopra Microsoft non lavora per scoprire la causa dei crash, ma per accertarsi della segnalazione effettuata dalla società Prevx.
In prima ipotesi, la Prevx imputava la causa dei crash agli aggiornamenti Microsoft.
Microsoft ha accertato che gli aggiornamenti non sono la causa.
Prevx ha confermato che effettivamente la causa non sono gli aggiornamenti e si è quindi scusata.

sponsor

Hai P IVA? Chiamate e internet illimitati con wi-fi gratuito. Clicca qui