sponsor

24 gennaio 2009

L'assenza della banda larga ed il piano “E-gov 2012”

Prendo spunto da questa notizia: Il Piano “E-gov 2012 che si sono studiati i nostri politici.

Il problema della connessione ad Internet e tanti altri problemi legati all'uso delle nuove tecnologie, colpiscono tutti, compreso il presidente più tecnologico del momento, Barack Obama, che vorrebbe la connessione per tutti ma ha sbattuto il naso con i problemi reali appena è entrato alla Casa Bianca. Poretto abituato alla casa Apple si ritrova con pochi computer dotati di sistemi operativi Microsoft e a quanto pare pure obsoleti, pochi telefoni e chissà quali altre incognite. Una delle difficoltà sembra sia causata dalla sicurezza.

Ma dico io, se i programmi sono vecchi e magari non aggiornati ovvio che la sicurezza va a farsi benedire.

Comunque tornando a noi, che non siamo messi molto meglio, il governo ha elaborato il Piano. Nel documento viene scritto:
... dando corpo agli indirizzi del governo per fronteggiare le nuove esigenze dei cittadini, per utilizzare le nuove tecnologie ICT, per allineare l’Italia alle migliori performance europee.
e sarebbe anche ora, dico sempre io, ed inoltre:
... Su tali tematiche il ritardo dell’Italia negli anni recenti si è accumulato. Infatti, nell’anno 2007, solo il 17% delle famiglie italiane fa uso di internet, mentre la media europea è del 32% (anzi, nei grandi paesi europei il valore sale al 40%, e nei paesi del Nord Europa raggiunge il 60%).
Qui vi sarebbe da dire parecchio sul perchè le famiglie italiane non fanno uso di internet. Infatti leggo inoltre
Molto positivi anche i dati di crescita delle nuove linee a larga banda con tecnologie diverse dal DSL, per le quali l’Italia è il Paese che ha avuto il maggior incremento nell’Unione Europea.
Ma il motivo che molti non hanno la connessione e si aprono nuove strade diverse dal DSL (per fortuna), non sarà per il problema che ora vi espongo?

Proprio in questi giorni sono venuta a conoscenza dell'odissea per la connessione a Internet che si è trovata ad affrontare una mia amica che abita a qualche km. da me.

Da cosa ho potuto capire, ha sempre avuto qualche problema, ma in questi ultimi mesi i grattacapi si sono accentuati; sovente la linea era assente per giorni e settimane e dopo gli ultimi reclami la linea è stata portata a 640 kb. Ovviamente continuando a reclamare, sono arrivati a darle questa comunicazione:
Purtroppo ci sono problemi con i cavi, la cabina più vicina a lei è a 6 km, non ce la facciamo (dico a 6 km, ma come si può pretendere che ad una distanza del genere Internet funzioni) , se vuole può rivolgersi a qualcun'altro.
A parte che senza cavo non resta che una connessione Wi-fi. E con la scusa che siamo vicino alle montagne, ma incredibilmente solo a 18/19 km da Torino, l'unica alternativa che abbiamo trovato è Eolo.

I costi di Alice 7 Mega per il contratto che aveva con la Telecom sono 286.56 €. (all'anno). Qui sotto vi riporto la spesa minima che è possibile affrontare con questa soluzione, anche perchè bisogna vedere cosa ognuno di noi sceglierebbe in questa situazione.
Stessa sorte tocca a un mio fratello che abita qualche paese più in là, oltretutto lui è ancora più vicino di noi, a Torino, si trova infatti a 20 minuti dalla metropoli piemontese, circa 14 km.

Ma conosco altre persone ed amici che si trovano in situazioni come queste che non riescono ad avere una connessione ad internet perchè manca totalmente il servizio.

Che vergogna.

Se conoscete altre persone che si trovano con situazioni strane o se avete delle soluzioni alternative dite, dite, che magari a qualcuno possono tornare utili.

Se volete restare aggiornati al mio blog, abbonatevi a questo feed o a questo.

1 commento:

dany ha detto...

Aggiornamento.

Faccio presente che mio fratello, oltre che abitare ad uno sputo da Torino, si trova ad un soffio dall'aeroporto, a un paio di km, si vedono gli aerei a occhio nudo. Non abita in c...... ai lupi.!!!!

sponsor

Hai P IVA? Chiamate e internet illimitati con wi-fi gratuito. Clicca qui