sponsor

20 ottobre 2008

Vivere senza iscriversi a Facebook

Leggo su moltissimi siti la popolarità di Facebook. Facebook è un social Network di grande successo diventato un vero e proprio fenomeno di massa.

Nato nel 2004 da uno studente di Harvard,Mark Zuckerberg, ma pare aiutato anche da Dustin Moskovitz e Chris Hughes, questo servizio ha lo scopo di scambiare messaggi e di conoscere nuove persone, cercare vecchi amici per nome e cognome, scambiare foto.

Il servizio permette anche di poter installare sul proprio profilo delle applications, ossia programmi interni a Facebook che permettono di giocare on line, telefonare con Skype, trovare amici incontrati in viaggio, quiz, test e molto altro.

Il successo di questo servizio, molto probabilmente dovuto alla semplicità di utilizzo, ma anche perché non viene messa in evidenza l'identità dell'utente quanto le sue relazioni, ha persino portato a vari raduni in tutta Italia, anche se quello che ha avuto più clamore dai media è avvenuto a Roma.

Altro prodotto simile è MySpace nato un anno prima di Facebook, con lo stesso scopo di far incontrare fra loro le persone, utilizzato inizialmente da molti gruppi musicali, in seguito usato anche semplicemente per conoscere nuova gente e per creare dei blog. Anche qui il servizio permette a ciascuno di pubblicare gratuitamente una pagina web nella quale sono elencati i propri gusti in fatto di musica, film, libri, luoghi, sesso, persone e quant'altro possa servire a definire il carattere di un individuo.

Qualche tempo fa avevo ricevuto da un conoscente virtuale la richiesta di iscrivermi ad uno di questi servizi, ebbene l'ho fatto. Forse senza approfondire più di tanto su cosa effettivamente fosse. Nel giro di poco ho cancellato il mio account. Qui nascerebbe una altro argomento legato alla privacy (di cui si sta appunto occupando il Garante della privacy) e dell' impossibilità di cancellare il proprio account, argomento futuro di cui tratterò.

Comunque sarà che sono un po' misantropa, sarà che chi conosco o non conosco è una argomento per me personale, sarà che i miei amici li contatto di persona, sarà che non uso le chat e neppure Messenger, ma a me quel servizio proprio non piace.

Qual'è la vostra opinione sui Social Network? E se vi piacciono quale preferite tra Facebook e MySpace ? Ne preferite altri? Oppure siete come me sempre fuori dal coro.

Scrivete la vostre opinione.

Se volete restare aggiornati al mio blog, abbonatevi a questo feed o a questo.

17 commenti:

Spazio GeeK ha detto...

22/10/2008 13:23
anche io odio dal profondo del cuore facebook!

dany ha detto...

22/10/2008 13:45
@Spazio GeeK:
Oh bella, io non lo odio, ma per me non è necessario, ho contatti virtuali con molte individui che non conosco di persona, quelli che conosco di persona li contatto visivamente. Probabilmente è uno di quei casi di moda, ho persino letto da qualche parte che se non sei iscritto a Facebook, non sei nessuno. Azz, sembra una minaccia, pazienza, mi accontento del mio essere nessuno

Traffyk ha detto...

22/10/2008 16:20
Io mi sono iscritto per fare spam al mio blog e per flirtare con le ragazze, solo che ora la mia raga si è iscritta e non posso fa + nulla hihihihihiih.

Il Jestere ha detto...

23/10/2008 10:26
Che dirti? Concordo pienamente con tutto quello che hai detto. Personalmente uso messenger, ma solo per contattare amici che comunque conosco di persona, e perché è più facile scambiarsi qualche file. Altrimenti nisba.
Il myspace personale l’avevo, ma poi l’ho eliminato. Ho ancora un myspace relativo però a un portale di mia proprietà che utilizzo esclusivamente come vetrina. Ma non ci vado quasi mai.
Insomma, a me pare che questi social networking siano - come dire - un po’ troppo “alienanti”…

vocalizzorotante ha detto...

23/10/2008 16:37
Non conosco FB se non tramite il battage che ogni tanto si fa sul fenomeno.
E ho sempre pensato che MySpace fosse un mezzo “abbastanza inutile”, almeno per quel che riguarda l’uso che ne fanno le band emergenti

Senonché quest’estate, col chiaro intento di spammare il mio blog, ho fatto un account su MySpace. Siccome scrivo fact su un cantante italiano, ho pensato di contattare un certo numero di contatti, credendo di poter gestire un portale del genere come biglietto da visita.
Non ci crederete: ho ricevuto più feedback da scrittori e blogger piuttosto che dalle band.

Siccome sono anche una discreta web-somara, ho da poco apportato modifiche carine al blog, e da settembre mi è venuto lo sfizio di “pubblicizzarlo” sulle directory dedicate.
Ho finalmente trovato uno strumento più consono, soprattutto tra le directory dedicate ai soli blog :D

è sempre complicato da gestire, perchè devi fare salti da una parte all’altra delle directory, però incontro persone più curiose e attente alla realtà blogorazza!
E tutto questo, ne sono certa, i fenomeni di massa non lo consentono.

Se tornassi indietro, selezionerei meglio i contatti di MySpace.
Ma non è detto che un giorno di questi non faccia un bel po’ di pulizia là dentro…
Meglio tardi che mai!

Ottimo articolo. Sempre interessanti gli spunti di I.B.

dany ha detto...

23/10/2008 16:53
@vocalizzorotante:
Lo spunto non lo trova IB, ma sono i blogger che postano le loro notizie.
Per le Directory avevo trovato un buon sito che pubblicizzava i post su una 30 di aggregatori, diciamo con un clic, ma da lunedì è a pagamento.

Comunque si può ancora usare postli. Io lo utilizzo sul mio blog e una piccola parte del lavoro è fatta. Grazie per i complimenti sull’articolo.
Ciao e buon lavoro con il tuo blog.

Il Jester ha detto...

# 23/10/2008 17:20Anche io ho iniziato a diffondere il mio blog sugli aggregatori di Blog, e devo dire che i risultati non mancano affatto in termini di visibilità.
Per quanto riguarda Facebook et similia, be’, sinceramente non sono nei miei interessi. Meglio un blog personale che puoi gestire te e puoi anche pianificare eventuali remunerazioni economiche (se vuoi), piuttosto che piattaforme dove alla fine hai un’autonomia davvero limitata.
Va be’, non tutti sono web-somari come afferma Vocalizzorotante…

mastrofabbro ha detto...

25/10/2008 17:14
Qualche settimana fa mi ero iscritto a facebook con l’intenzione di dare al mio blog una dimensione meno seriosa e più personale.
Poi mi sono lasciato prendere un po’ la mano e ho iniziato a contattare cani e porci, fino a che mi sono accorto che la situazione stava diventando peggio di una riunione di condominio.
Hanno iniziato a contattarmi vecchie conoscenze che speravo definitivamente chiuse e se la mia curiosità era momentaneamente soddisfatta nel farmi gli affari altrui, dopo poco è iniziata la crisi di rigetto… perché se con certe persone avevo chiuso, un perché ci sarà pur stato, no?
In altri termini le visite al mio blog sono rimaste pressoché le medesime e ora, quelli che avevo voluto affogare nella dimenticanza, sono riemersi come voraci squaletti della memoria.
Modalità “autodistruzione account”, attivata.

Anonimo ha detto...

31/10/2008 16:35
meglio facebook in quasi tutto, myspace giusto per i gruppi musicali… inutile rifiutare la comodità, facebook è progresso

Marco ha detto...

15/11/2008 16:19
Io mi sono iscritto a facebook 2 anni fa per tenermi in contatto con amici all’estero conosciuti all’università e per quello credo che facebook sia fantastico, è nato in un college ed è perfetto per rimanere in contatto con tante persone, però a partire dall’estate scorsa è entrata in facebook tutta quella gente che usava messenger oppure badoo, e ti ritrovi persone che non rivedi dalle elementari, amici di amici, sconosciuti, parenti, ex, persone di cui faresti volentieri a meno che in poco tempo hanno l’accesso ad un sacco di “cazzi tuoi”.
Non lo so… ma non riesco a relazionarmi con persone rimaste chiuse nella loro città dalle elementari e che ora guardandosi le mie foto, magari si scandalizzano pure di una festa di halloween in erasmus o di un party di addio per le americane.

Facebook è ottimo se penso alla vita universitaria
Però per il resto credo che sia un’arma di distruzione di massa della privacy degli individui.

mixcdu ha detto...

03/12/2008 18:54
Io ho risolto brillantemente a quanto pare in quanto sono stato orgogliosamente cacciato da Facebook e sembrerebbe che il mio profilo sia stato eliminato e con esso qualunque dato. L’ ho potuto verificare solo attraverso amici chiedendo di verificare per chè personalmente sono stato bandito a vita a quanto pare.

I FATTI: come molti sanno in facebook c’è la possibilità di linkare dei video di youtube cosa che fanno in molti. Senonchè all’interno di un gruppo di ballo latinoamericano ho linkato dei video musicali (già ce ne stavano altri) finchè ad un tratto senza alcuna spiegazione di alcun tipo vengo sbattuto sulla pagina iniziale e mi appare la scritta che il mio account è stato congelato (pare a vita per ora). Allora scrivo ai pochi indirizzi che si trovano nelle scarne guide di facebook chiedendo in inglese le motivazioni gravissime di tale radiazione in tronco. Per ora nessuna spiegazione è mai giunta.

Per cui reo di aver linkato (non postato o caricato) video di musica latinoamericana presenti su youtube (il che significa che comunque quei video sono su youtube e non ce li ho certo messi io) sono stato radiato a vita senza spiegazioni. L’unica cosa che so è che appare una scritta in cui mi si dice che l’account relativo alla mia mail è stato praticamente eliminato da un operatore. Probabilmente un povero idiota che sta in California.

Ora a parte questa grande dimostrazione di socialità è democrazia di facebook, comunque devo ammettere che mi sono liberato comunque di una cosa in cui a pensarci mi ci avevano spinto altri amici. In effetti già pochi giorni dopo aver creato il mio profilo mi rendevo conto del fatto che tutti o meno potessero vedere la mia vita, le mie foto etc etc. Ad esempio con foto nome e cognome data di nascita e luogo di nascita chiunque si sarebbe potuto fare il mio codice fiscale. Insomma in definitiva sono fiero e contento di essere stato radiato. Ma chi ci vuole stare su un sito del genere. Esattamente come quei forum in cui si trovano moderatori antipatici, però almeno la puoi rispondere, su Merdbook, non si è in democrazia. Il tuo profilo dipende da un genietto del computer di 17 anni seduto ad un computer in California e se minimo minimo gli stai sulle scatole ti elimina con un dito.

fimato: l’orgogliosamente delinquente che a linkato alcuni video di latinoamericano

Banks ha detto...

04/12/2008 11:41
sicuramente myspace a livello di privacy è molto ma molto più rispettoso che Facebook.
Inoltre utilissimo x chi ha una band o è un artista musicale come me.
Ma anche utile x chi vuole avere uno spazio personale o solamente un blog, inoltre si può dar molto + spazio alla creatività, anche x il layout.

Facebook è una violazione continua della privacy, la gente, gli amici, gli amici degli amici sono portati a mettere foto su foto, che magari ritraggono pure noi stessi senza nemmeno saperlo, e mezzo mondo, ovvero tutti gli amici degli amici possono vederti commentarti ecc ecc. con nome e cognome in omaggio tutto x loro!

facebook lo abolirei

Romina Anedda ha detto...

12/12/2008 18:11
ciao a tutti

Romina Anedda ha detto...

12/12/2008 18:14
ciao a tutti vicini e lontani

pippo ha detto...

16/4/2009 20:09
facebook è un bel programma ,perchè puoi chattare con altri che non conosci e puoi trovare anche amici cari che non sentivi da anni

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
dany ha detto...

Mi spiace anonimo, ma pare tu non abbia letto le poche indicazioni che si trovano sopra alla finestra dove vengono immessi i commenti. Non hai capito con che spirito io conduco questo blog. In quanto femmina le tue espressioni non mi sono piaciute. Se vuoi ri-postare in maniera corretta sei libero di farlo, ma evita di essere offensivo. Grazie

sponsor

Hai P IVA? Chiamate e internet illimitati con wi-fi gratuito. Clicca qui